LOGIN

email
password

Register

Password forgotten?

CART


SEARCH

SERIES


Let's See What We Have Here


ZEBRE

Incroci di Genere. De(i)stituzioni, transitività e passaggi testuali  Mario Corona (a cura di)
Incroci di Genere. De(i)stituzioni, transitività e passaggi testuali 
1999
ISBN: 978-88-87445-04-6
  • Libro: 13.45€
L’opera raccoglie contributi del I° Seminario del Centro di Studi sui Linguaggi delle Identità - Università di Bergamo, del 18.05.1999. In quell’occasione i componenti del Comitato Scientifico Nazionale si presentarono come gruppo di lavoro impegnato in un discorso polifonico sul gender, sulla categoria critica che mette in discussione i generi sessuali in quanto costruzioni ideologiche. Partendo da elaborazioni teoriche dell’ultimo trentennio in ambito anglo-americano, abbiamo seguito la traccia del gender nei suoi incroci con vari elementi costitutivi di una cultura letteraria in uno specifico momento storico: dalla classe alla razza ai generi letterari alle dinamiche di mercato fino ai meccanismi di codificazione dei linguaggi.

Luoghi e identità: Geografie e letterature a confronto  Emanuela Casti, Mario Corona (a cura di)
Luoghi e identità: Geografie e letterature a confronto 
2004
ISBN: 978-88-87445-56-5
  • Libro: 16.50€
Gli scritti qui raccolti nascono da un confronto metodologico sul tema dell'identità che si è voluto sperimentare fra due settori disciplinari diversi (geografico-antropologico e letterario-culturale) chiamati a leggere e a interpretare una mappa transculturale, spesso segnata dall'esperienza storica del colonialismo e, sempre, da rapporti di forza diseguali. Come agiscono e come si rappresentano i soggetti in campo? Chi traccia – sulla mappa o nel libro – i segni, i simboli, i confini? Chi stabilisce i codici di lettura? Per chi? A quali fini? Con quali interessi? Da quali presupposti? Come possiamo noi oggi interpretare correttamente quei segni o elaborare codici nuovi, più equi e soddisfacenti? I casi esemplari ci portano più volte nell'Africa postcoloniale, ma anche nell'India dell'industria mediatica dei nostri giorni, nella terraferma della Serenissima Repubblica di Venezia o negli incroci letterari e cinematografici transnazionali in cui si confrontano e si mescolano antiche eredità e nuovi fermenti.

L’impero dei testi: Femminismo e teoria letteraria anglo-americana  Valeria Gennero
L’impero dei testi: Femminismo e teoria letteraria anglo-americana 
2002
ISBN: 978-88-87445-20-6
Prodotto fuori catalogo.
Prego contattare staff
L’impero dei testi descrive la centralità del contributo teorico femminista al rinnovamento della critica letteraria statunitense. I fenomeni critici più importanti degli ultimi decenni del Novecento - dalla decostruzione al new historicism, dal reader-response criticism agli studi culturali – vengono analizzati dall’autrice alla luce della costante interazione con il pensiero femminista. Il gynocriticism di Elaine Showalter, la decostruzione sessuata di Barbara Johnson e la queer theory di Judith Butler sono analizzate quali tappe principali di un percorso il cui successo ha contribuito paradossalmente a occultare il modo in cui, a partire dal 1970, gli studi delle donne hanno trasformato le discipline umanistiche.

Maschilità decadenti: La lunga fin de siècle  Marco Pustianaz, Luisa Villa (a cura di)
Maschilità decadenti: La lunga fin de siècle 
2004
ISBN: 978-88-87445-57-2
  • Libro: 16.00€
Questa raccolta di saggi è stata ideata a partire da un convegno dedicato alle “maschilità decadenti” tenuto presso l’Università del Piemonte Orientale a Vercelli nel dicembre del 2001. In essa sono contenuti alcuni degli interventi presentati in quella sede, insieme ad altri lavori successivamente commissionati a studiosi italiani e stranieri. Con il suo approccio multiplo e sfaccettato il volume si propone di contribuire al dibattito italiano sulla storia della maschilità. Lo fa privilegiando una lettura performativa del genere sessuale, e quindi sottolineando come le soggettività maschili vengano in essere attraverso formazioni di compromesso varie e instabili, difficilmente riconducibili a ben definite opposizioni binarie.

Musi gialli e Berretti verdi: Narrazioni Usa sulla Guerra del Vietnam  Stefano Rosso
Musi gialli e Berretti verdi: Narrazioni Usa sulla Guerra del Vietnam 
2003
ISBN: 978-88-87445-35-0
Prodotto fuori catalogo.
Prego contattare staff
La narrativa americana sulla Guerra del Vietnam comprende quasi 1500 opere, molte trash. Questo saggio evidenzia alcuni tratti distintivi: il culto dell’autenticità, la pervasività del turpiloquio, la tendenza a spettacolarizzare l’esperienza di guerra o a viverla come un’ebbrezza sessuale. Gli scrittori di quella generazione e i loro personaggi, traumatizzati dalla guerra e dalla società in trasformazione, reagiscono costruendo comunità maschili misogine e omofoniche. Ma non tutta la letteratura del Vietnam rientra in questo quadro. Musi gialli e Berretti verdi concede spazio a scrittori come Tim O’Brien, , Robert Olen Butler e Stephen King, che propongono uno stile narrativo complesso, interrogandosi su questioni etiche cruciali.

Psicologie e identità: Scienze umane e letteratura a confronto  Pietro Barbetta, Mario Corona (a cura di)
Psicologie e identità: Scienze umane e letteratura a confronto 
2005
ISBN: 978-88-87445-97-8
  • Libro: 12.00€
Come è fatto il nostro io? Da quanti io è composto? si chiede il terapeuta Marcelo Pakman. Come sono fatto io? echeggia, transitando da un sesso all’altro, Cal/Calliope, protagonista del romanzo Middlesex analizzato da Valeria Gennero. Cosa c’è in una conversazione? E’ la conversazione a svolgersi secondo regole prestabilite, o è la conversazione che istituisce le regole dello scambio verbale e comportamentale? si domanda l’epistemologo John Shotter. Come può un poeta di matrice ebraica  come Sandro Penna equiparare ebraismo e malattia? Che ruolo ha in tutto questo una propensione omoerotica negata? si chiede Sergio Parussa. Contro le diffuse suggestioni difensive/aggressive di stampo essenzialistico e fondamentalista, ermeneutica psicologica ed ermeneutica letteraria condividono una concezione delle identità intese come multiple, plastiche, ibride, dinamiche e dialettiche. Una teoria dell’interlocuzione e dell’apertura, contro una teoria dell’assertività monologica.

Queerdom<BR>Gender Displacements in a Transnational Context  Mario Corona, Donatella Izzo
Queerdom
Gender Displacements in a Transnational Context
 
2009
ISBN: 978-88-96333-04-4
  • Libro: 16.00€
This volume, which appears in the series “Le Zebre” on the tenth anniversary of the foundation of the Center for Studies on the Languages of Identities at the University of Bergamo (October 1998), collects essays that were first presented at the XIX Biennial International Conference of the Italian Association of North-American Studies (AISNA), held in Macerata on October 4-6, 2007. The conference was entitled USA: Identities, Cultures, and Politics in National, Transnational, and Global Perspectives, and most of the contributions come from the workshop organized by Vincenzo Bavaro and Raffaella Malandrino on Queer Migrations: Identities across the Borders-all in the plural, of course, and in the planetary perspectives that are today’s mark. The hermeneutical category of “queer” is adopted by all contributors as the one that best enables us to discern the intricate weaving of sexual and national identities in the most disparate literary and cultural products linking the United States, Europe, and Asia. From their specific focuses and in their convergent approach, these essays prove how queer definitely cuts across the borders of its original gay and lesbian territory, and how vastly and subtly it can travel in time and space, in conspicuous ways as well as under the skin of cultural bodies. One could indeed argue that, while in most nations across the planet the material, political, and juridical statuses of queer people are still badly impaired, in most of this same planet queer seems to have infiltrated and destabilized significant mainstream and transnational domains.

Racconti di identità  Alessandra Marzola (a cura di)
Racconti di identità 
2001
ISBN: 978-88-87445-14-5
  • Libro: 12.00€
Racconti di identità raccoglie i contributi presentati in occasione del Seminario sulle Identità Nazionali tenutosi presso la Facoltà di Lingue e Letterature Straniere dell’Università degli Studi di Bergamo nell’ambito delle attività di ZEBRA, il Centro Studi sui Linguaggi dell’Identità.

Soggetti cerebrali<br>Le scienze umane nell'età neurocentrica  Valeria Gennero
Soggetti cerebrali
Le scienze umane nell'età neurocentrica
 
2013
ISBN: 978-88-6642-134-4
Prodotto fuori catalogo.
Prego contattare staff

Il dibattito su coscienza e identità rappresenta oggi un terreno d’in­con­tro su cui si congiungono percorsi di ricerca che vanno dall’ambito umanistico (letteratura, filosofia, antropologia, linguistica e psicologia) a quello delle scienze naturali (biologia e genetica), fino ad includere studi di economia e ingegneria. Lo sviluppo di nuove sofisticate tecnologie di brain imaging ­e la mappatura del genoma umano hanno reso disponibili negli ultimi anni strumenti che hanno rivoluzionato lo studio della mente. Il riverbero mediatico di questi studi ha incoraggiato la diffusione di ipotesi di carattere determinista che legano l’esperienza individuale a un substrato biologico e cerebrale. L’enfasi sulla costruzione sociale dell’identità è così scivolata ai margini di un panorama culturale al cui centro si trovano artisti e studiosi uniti dall’intento di proporre una “nuova sintesi” tra le scienze umane e quelle naturali. In questo contesto è ancora possibile sostenere teorie che ipotizzano paradigmi identitari queer, fluidi e malleabili? Come hanno reagito la produzione artistica e la riflessione teorica contemporanea all’ipotesi che la coscienza sia semplicemente un segmento di circuiti cerebrali? Queste, ma non solo, le domande da cui partono i saggi qui raccolti, che spaziano dalla storia del pensiero scientifico alla teoria letteraria per riflettere sui nuovi strumenti che l’età neurocentrica mette a disposizione per indagare i territori e i linguaggi delle identità. Chiude il volume un’intervista a Richard Powers, uno degli scrittori statunitensi che hanno indagato con maggiore continuità l’inte­razione tra la ricerca scientifica e i modelli letterari della postmodernità.