LOGIN

email
password

Register

Password forgotten?

CART


SEARCH

SERIES


Let's See What We Have Here


STUDI PER BERGAMO

1968-2008<br>40 anni di Università a Bergamo  a cura di Juanita Schiavini Trezzi
1968-2008
40 anni di Università a Bergamo
 
2009
ISBN: 978-88-95184-95-1
  • Libro: 35.00€

A quarant’anni dalla sua nascita l’Università degli Studi di Bergamo ripercorre il cammino non breve fin qui compiuto. Nato un po’ in sordina nel 1968, anno quanto mai emblematico, e senza eccessivi entusiasmi, con l’attivazione della Facoltà di Lingue e Letterature Straniere, l’Istituto Universitario di Bergamo ha saputo superare, grazie alla tenacia degli uomini che l’hanno retto fino alla sua statizzazione, ed in particolare il Prof. Ferri, gli infiniti ostacoli di ogni sorta, economici, politici, giuridici, strutturali che si sono via via presentati.

Divenuto Università degli Studi di Bergamo nel 1991, l’Ateneo ha potuto finalmente decollare, in un contesto difficilissimo quale il sistema universitario lombardo, che accoglie alcune delle più importanti Università del Paese. Ciononostante Bergamo è riuscita a crearsi un proprio spazio, una sua identità, e ad ottenere una considerazione significativa ed in continua crescita. Lo dimostrano le sei Facoltà attive, i quindicimila iscritti, i ventimila laureati dalla sua fondazione, ma anche il numero sempre crescente e ormai notevole degli accordi internazionali di studio e di ricerca che ci vedono protagonisti.

Moltissimo è stato fatto, ora l’Ateneo c’è, ma fino a tempi non lontani la sua esistenza poteva essere messa in discussione; ora si tratta di proseguire in un percorso che continua ad essere impegnativo e tormentato, non fosse che per le continue “riforme” che hanno afflitto l’Università italiana in questi anni e per la scarsità dei finanziamenti, ma la fiducia e l’entusiasmo non sono finora venuti meno e sono convinto che non mancheranno neanche in futuro, perché l’Ateneo bergamasco continui ad essere un’impresa di successo.




Atlante dell’immigrazione a Bergamo 2004  Emanuela Casti (a cura di)
Atlante dell’immigrazione a Bergamo 2004 
2004
ISBN: 978-88-87445-50-3
  • Libro: 22.00€
In questo volume l’immigrazione nel contesto bergamasco viene indagata assumendo il territorio come banco di prova per analizzare il fenomeno e proporre le possibilità di una società multiculturale. Infatti l'Atlante, frutto di una pluriennale ricerca di terreno, fornisce informazioni che contribuiscono a indagare le dinamiche sociali del territorio dell'Altro. La sua struttura, che affianca alla carta un testo scritto, favorisce un'informazione multipla che, recuperando sia gli aspetti quantitativi che qualitativi del fenomeno, lo prospetta in tutta la sua complessità.

Bergamo nella letteratura europea  Gianfranco Gambarelli (a cura di)
Bergamo nella letteratura europea 
2005
ISBN: 978-88-87445-96-1
  • Libro: 14.00€
Dall’Inghilterra alla Spagna, alla Francia, alla Germania, ai Paesi del Nord e dell’Est Europa molti autori hanno celebrato Bergamo nella letteratura. Ciò è avvenuto a maggior ragione in Italia e nella Città dei Mille.
In questo volume sono raccolti e commentati alcuni di tali contributi.

Bergamo. Lineamenti e dinamiche della città  Lelio Pagani
Bergamo. Lineamenti e dinamiche della città 
2000
ISBN: 978-88-87445-11-7
Prodotto fuori catalogo.
Prego contattare staff
Tra gli studi dedicati alla complessa realtà geografica della città presentano uno specifico significato quelli relativi al processo costitutivo ed evolutivo, attraverso le varie fasi storiche, non meno che in ben delimitati aspetti o ambiti; assume poi un proprio risalto la verifica delle diverse condizioni di persistenza e ancor più la dialettica fra continuità e novità nella fase attuale, segnatamente nelle realtà caratterizzate da intense trasformazioni. Il presente volume guida alla lettura di alcuni aspetti rilevanti di tale processo nella realtà di Bergamo, degna di essere riconosciuta in sé oltre che come caso di studio dotato di una sua espressività; rivolge una speciale attenzione al ritratto della città e del territorio.

Il paesaggio tra realtà e rappresentazione<BR>studi in memoria di Lelio Pagani  a cura di Juanita Schiavini Trezzi
Il paesaggio tra realtà e rappresentazione
studi in memoria di Lelio Pagani
 
2008
ISBN: 978-88-95184-88-3
  • Libro: 35.00€
Paesaggio: termine quanto mai polisemico, presenza quotidiana e concreta attorno a noi ma anche immateriale e interiore, rassicurante oppure inquietante, sedimentazione di un passato in cui le forze della natura hanno intrecciato la loro azione all’operosità dell’uomo, ma anche proiezione ideale di im­magini sognate, di luoghi della fantasia o rielaborati nel ricordo, bene di consumo per turisti frettolosi e, al tempo stesso, patrimonio culturale di grande suggestione per viaggiatori pensosi, preziosa risorsa da difendere con saggezza, metafora di stati d’animo e di equilibri politico-istituzionali… Tema dunque attorno al quale non potevano non coagularsi felicemente i multidisciplinari indirizzi di ricerca dei membri del Dipartimento di Lettere, Arti e Multimedialità che l’hanno posto al centro di un programma di lavoro comune offrendone gli esiti all’amico, collega e maestro Lelio Pagani nel grato ricordo di quanto egli è stato per ciascuno di essi, per l’Università, per Bergamo.

L'archivio famigliare e personale del conte Giacomo Carrara (1615-1796)<BR>Inventario  Juanita Schiavini Trezzi
L'archivio famigliare e personale del conte Giacomo Carrara (1615-1796)
Inventario
 
2010
ISBN: 978-88-96333-62-4
Prodotto fuori catalogo.
Prego contattare staff

All’archivio del conte Giacomo Carrara si è attinto in passato sia per ricostruire la biografia del conoscitore d’arte, collezionista, fondatore dell’omonima Accademia di Bergamo, sia per studi di storia dell’arte, trovando però un notevole ostacolo nel grave disordine in cui versavano le carte. Il riordino e l’inventario scaturitone, presentato in questo volume, consentono d’ora in poi indagini sistematiche ma soprattutto aprono la strada a nuovi percorsi di ricerca. Nell’introduzione storico-archivistica l’autrice traccia per la prima volta un ritratto inedito di Giacomo Carrara quale emerge dalle carte di vita quotidiana e ricostruisce le vicende dell’archivio, che subì un primo smembramento subito dopo la morte del Carrara, dispersioni, una risistemazione improntata a criteri assolutamente empirici, lo scarto di intere serie archivistiche. Seguono l’inventario analitico e l’indice dei nomi di persona, di luogo e delle istituzioni, strumento di lavoro indispensabile per chi debba “avventurarsi” nella ricerca in archivio.






Le fasi antiche del territorio: La Lombardia Orientale tra Adda e Oglio  Paola Marina De Marchi, Lelio Pagani (a cura di)
Le fasi antiche del territorio: La Lombardia Orientale tra Adda e Oglio 
2004
ISBN: 88-87445-46-X
  • Libro: 18.00€
Nel complesso rapporto tra le società umane e gli spazi fisici attraverso il tempo si inscrive il percorso di costruzione dei territori e dei paesaggi, i quali, oltre a custodire i segni delle diverse fasi della storia, concorrono ad alimentare l'identità dei luoghi. Entro tale scenario assumono un ruolo particolare le fasi antiche – a partire dall'avvio del rapporto stesso, alle radici della storia – fasi sulle quali si innesta e si innerva, nella relazione dialettica tra continuità e novità, il processo costitutivo dei luoghi stessi.
Proprio alle dinamiche del popolamento e della costruzione del territorio lombardo a oriente dell'Adda, nell'antichità e nell'Altomedioevo, si è rivolta una ricerca pluridisciplinare che, con il sostegno della Regione Lombardia e l'attenzione della Soprintendenza per i Beni Archeologici della Lombardia, ha visto la collaborazione di numerosi studiosi, con riferimento, per il coordinamento, all'Università degli Studi di Bergamo.

Lo sguardo della mano: Pratiche della località e antropologia della visione in una comunità montana lombarda  Cristina Grasseni
Lo sguardo della mano: Pratiche della località e antropologia della visione in una comunità montana lombarda 
2003
ISBN: 978-88-87445-37-4
  • Libro: 16.00€
Basato su una ricerca etnografica in Valtaleggio, il libro analizza la relazione tra abilità e identità attraverso le pratiche dei suoi abitanti e i loro sguardi competenti sul territorio. Si propone un approccio ecologico della cultura come processo di formazione in molteplici comunità di pratica, mettendone in risalto l’aspetto visivo anche attraverso un congruo apparato iconografico. Appartenenza e identità si costruiscono attorno a specifici sguardi condivisi, secondo strategie cognitive e percettive imbricate nella condivisione estetica, nell’adesione etica e nel coinvolgimento emotivo.