LOGIN

email
password

Register

Password forgotten?

CART


SEARCH

SERIES


Let's See What We Have Here


SCIENZE SOCIALI

Adolescenti tra piazze reali e piazze virtuali  Marco Lazzari, Marcella Jacono Quarantino
Adolescenti tra piazze reali e piazze virtuali 
2010
ISBN: 978-88-96333-36-5
  • Libro: 16.00€

Questo volume raccoglie le riflessioni nate all’interno del gruppo di lavoro del progetto Piazze reali, piazze virtuali, condotto nel corso del 2009 per indagare le modalità di comunicazione e relazione degli adolescenti bergamaschi.
Attraverso varie modalità di indagine qualitative e quantitative, circa 4000 persone, fra adolescenti e adulti, sono state a vario titolo intervistate per cercare di trovare una risposta ad alcune domande di fondo della ricerca:
Esiste, per l’adolescente, una dicotomia tra la piazza virtuale (luoghi, stili, forme di comunicazione e quindi costruzione di relazioni) e la piazza reale?
Piazza reale e piazza virtuale sono poste su piani paralleli, si intersecano o sono contigue?
Quali comunicazioni e relazioni si costruiscono nelle due piazze?
Quali rischi si incontrano?
I risultati del lavoro sono stati presentati nel corso di un convegno, tenuto presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università degli Studi di Bergamo nella primavera del 2010.
Dall’esperienza della ricerca sono nati nuovi stimoli a indagare il mondo della comunicazione degli adolescenti, che hanno spinto gli enti coinvolti nel progetto a promuovere un Osservatorio permanente della comunicazione giovanile.




Il progetto Piazze reali, piazze virtuali è stato promosso da:
MEDAS - Movimento Educativo per il Diritto Allo Studio.

Hanno collaborato:



  • Ufficio Scolastico Provinciale di Bergamo
  • Università degli Studi di Bergamo
  • Consulta Provinciale Studentesca di Bergamo
  • Coordinamento  Comitati Genitori delle Scuole  Superiori di Bergamo
  • Asl di Bergamo
  • Fondazione Bergamo nella Storia
  • La Piazza del Patronato San Vincenzo di Bergamo

 Marco Lazzari è professore associato presso la Facoltà di Scienze della formazione dell’Università di Bergamo, dove insegna Comunicazione multimediale e Tecnologie per l’istruzione.

 



Marcella Jacono Quarantino insegna Scienze presso il Liceo Scientifico Lussana di Bergamo e si occupa di formazione dei docenti nell’ambito delle scienze e nell’utilizzo della multimedialità e telematica nella didattica; è membro di MEDAS.



Generare Famiglia<br>Le coppie protagoniste della comunità di domani<br>  a cura di: Giulio Caio
Generare Famiglia
Le coppie protagoniste della comunità di domani
 
2011
ISBN: 978-88-6642-025-5
  • Libro: 16.00€
Come si stanno ridisegnando le coppie e le famiglie a fronte dei complessi cambiamenti sociali, economici e culturali che le attraversano? Cosa sperimentano le generazioni più giovani nell’immaginare o nel costituire concretamente un progetto di coppia e di famiglia oggi, in termini di risorse, fatiche, vincoli e opportunità? Come ripensare i servizi, le politiche e le professionalità alla luce della complessità delle sfide?
Il saggio intende presentare i temi che sono stati sviluppati attraverso un progetto di ricerca azione condotto dall’Università di Bergamo e promosso dall’Ufficio per la Pastorale della Famiglia della Diocesi e dalla Fondazione Angelo Custode Onlus, con il contributo della Fondazione Comunità Bergamasca.
Il percorso di ricerca ha coinvolto diversi soggetti sociali e istituzionali delle comunità locali della Val Cavallina, della Media e Alta Val Seriana come casi privilegiati per confrontarsi attorno alle forme di presenza della comunità civile e cristiana, rispetto ai cambiamenti complessi che attraversano le famiglie oggi all’interno del territorio bergamasco e non solo.

Identità, fragilità e aspettative nelle reti sociali degli adolescenti<br>  A cura di Marco Lazzari e Marcella Jacono Quarantino
Identità, fragilità e aspettative nelle reti sociali degli adolescenti
 
2013
ISBN: 978-88-6642-101-6
  • Libro: 16.00€

Questo volume raccoglie le riflessioni nate all’interno del gruppo di lavoro dell’Osservatorio sulla Comunicazione Adolescenziale tra Reale e Virtuale, costituitosi a novembre 2011, e propone dati relativi alla seconda indagine sulle modalità di comunicazione e di relazione degli adolescenti a Bergamo. Alcuni problemi affrontati sono in continuità con la ricerca del 2010, altri sono stati introdotti come nuovi centri di attenzione: Quale potenzialità formativa nella piazza virtuale: identità o maschera? Come si possono intravvedere ed esprimere le fragilità in virtuale? Quali rischi si incontrano e quale consapevolezza dei rischi? Quale ruolo dell’adulto?

Il gruppo di lavoro ha coinvolto, in modalità d’indagine diverse, circa 3000 persone tra adolescenti, genitori, docenti, educatori.


La sfida dell'educazione nel Marocco contemporaneo<br>Complessità e criticità dall'altra sponda del Mediterraneo  Paola Gandolfi
La sfida dell'educazione nel Marocco contemporaneo
Complessità e criticità dall'altra sponda del Mediterraneo
 
2011
ISBN: 978-88-6642-038-5
  • Libro: 20.00€
Il Marocco contemporaneo è attraversato da importanti processi di cambiamento socioculturale che interrogano la politica educativa nazionale e reclamano un dialogo coraggioso tra la pedagogia e le dinamiche di trasformazione in atto. Il testo offre chiavi di lettura e interpretazione della recente riforma educativa in Marocco, collocandola all’interno di una più vasta dinamica di cambiamento e in relazione con i processi di riforma che hanno segnato la società marocchina dell’ultimo decennio. Il processo di “Riconciliazione Nazionale” sugli anni più difficili della recente storia marocchina, l’ado­zione del nuovo Codice della Famiglia con novità in ambito di diritti tra uomo e donna, la creazione dell’Istituto Reale per la Lingua e Cultura Amazighe (berbera) e l’in­troduzione ufficiale di tale lingua nelle scuole hanno implicato e implicano scelte pedagogiche nuove. Diviene necessario prendere in considerazione la moltiplicazione delle appartenenze nei vissuti, soprattutto dei giovani, attraverso un’originale riflessione pedagogica, ma anche una presa di posizione della politica educativa. Si indagano allora i nessi tra Islam normativo e Islam quotidiano, il peso dell’educazione islamica a scuola, la rielaborazione dei valori culturali e sociali in relazione alla globalizzazione, il ruolo della mobilità migratoria transnazionale nei vissuti individuali e collettivi, i molteplici luoghi di elaborazione delle culture di cambiamento, l’attivismo della società civile nella produzione culturale e artistica: tutti aspetti della realtà attuale che chiamano in causa la scuola, l’università, la ricerca. Ne emerge un quadro singolare che fa del Marocco, pur con le sue ambiguità e contraddizioni, un caso unico proprio in ragione della sua specificità contemporanea. E, anche, un caso particolarmente significativo per il lettore italiano, al fine di intravedere un contesto che con la sua dinamicità, ma anche la sua complessità e criticità, chiama in causa i nostri contesti educativi e le nostre stesse rappresentazioni di una realtà così diversa – eppure così vicina – come quella marocchina.

Psicologia solciale non banale<br>Introduzione critica al sociale della psicologia<br>  Alberto Zatti
Psicologia solciale non banale
Introduzione critica al sociale della psicologia
 
2015
ISBN: 978-88-6642-207-5
  • Libro: 11.00€

Punto unico d'accesso.<BR>Studio di fattibilità per la realizzazione di uno sportello sociale  Paola Grazioli
Punto unico d'accesso.
Studio di fattibilità per la realizzazione di uno sportello sociale
 
2008
ISBN: 978-88-95184-83-8
Prodotto fuori catalogo.
Prego contattare staff
Alcune trasformazioni della società e dell'ordinamento giuridico contemporaneo, trasformazioni che hanno investito aspetti sociali, culturali, economici e tecnologici, richiedono il ripensamento di taluni fra gli strumenti di tutela dei diritti fondamentali. In questo quadro, emerge l'esigenza di provvedere alla protezione di situazioni giuridiche soggettive caratterizzate da specifiche condizioni di svantaggio o di diversità, sia derivanti da particolari condizioni psico-fisiche, che da specificità culturali. Lo studio pubblicato ha inteso indagare il tema della garanzia dei diritti sociali attraverso un approccio compiutamente giuridico, assumendo la prospettiva dell'ordinamento italiano, che si integra con quello europeo, ed esaminando in modo analitico ed induttivo i materiali normativi, per coglierne le linee di tendenza fondamentali e misurarne la corrispondenza ai principi costituzionali.
Il nodo centrale è costituito dall'equilibrio tra uniformità e differenziazione in ciascuno dei livelli territoriali considerati. Si è trattato il tema dei livelli minimi, essenziali e supplementari dei diritti sociali, visti nel prisma della dicotomia uniformità/ uguaglianza dei trattamenti resi ai cittadini.
Il raccordo tra politiche sociali e politiche sanitarie consente, infatti, di dare risposte unitarie all'interno di percorsi assistenziali integrati, con il coinvolgimento e la valorizzazione di tutte le competenze e le risorse, istituzionali e non, presenti sul territorio.
L'area di osservazione ha, peraltro, preso in considerazione il ruolo delle Aziende sanitarie locali che, nell'ambito dell'erogazione dei servizi oggetto di ricerca, hanno un proprio percorso ed una peculiare organizzazione. 

Sentieri e mappe dell'identità narrante<BR>Una proposta metodologica  Roberta Di Pasquale - Andrea Rivolta
Sentieri e mappe dell'identità narrante
Una proposta metodologica
 
2009
ISBN: 978-88-95184-98-2
  • Libro: 17.00€
L’affermarsi, negli ultimi decenni, della svolta narrativa in psicologia ha posto in primo piano il ruolo della narrazione come strumento fondamentale di comprensione della realtà e di costruzione dell’identità. Si è così assistito ad un incremento, a tratti caotico, di contributi di ricerca che, pur inserendosi in cornici epistemologiche talora contrapposte, sono accomunati dal ricorso all’analisi di materiale narrativo.
Dopo aver proposto una lettura critica delle attuali declinazioni teoriche e metodologiche assunte dall’approccio narrativo nelle discipline psicologiche, il libro affronta alcune questioni fondamentali relative al binomio narrazione-identità: in particolare cosa siano le narrazioni in rapporto alla costruzione dell’identità e, su questa base, come sia possibile analizzarle, partendo da un’attenta considerazione degli elementi strutturali che le compongono, in modo tale da accedere a quei processi attraverso cui l’identità si costruisce nell’atto stesso di raccontarsi.

Gli autori:
Roberta Di Pasquale, psicologa, psicoterapeuta, dottore di ricerca in Psicologia Clinica e delle Relazioni Interpersonali, è ricercatrice di Psicologia Clinica presso l’Università degli Studi di Bergamo.
Andrea Rivolta, psicologo, psicoterapeuta, dottore di ricerca in Psicologia Clinica, collabora ad attività didattiche e di ricerca presso l’Università degli Studi di Bergamo.

Sperimentare sapere, praticare le scelte: Tirocini universitari, percorsi di apprendimento  Silvia Brena, Emanuela Brumana, Giulio Caio, Paolo Ferrari (a cura di)
Sperimentare sapere, praticare le scelte: Tirocini universitari, percorsi di apprendimento 
2005
ISBN: 978-88-87445-98-5
  • Libro: 12.50€
Il volume affronta il tema del tirocinio come scelta accademica alla luce del dibattito contemporaneo e dell’esperienza realizzata nei corsi di Laurea in scienze dell’Educazione e Lettere dell’Università di Bergamo. Gli autori contribuiscono ad approfondire l’argomento dalle differenti prospettive di docenti, di tutor, di operatori sociali offrendo un’interpretazione del tirocinio come apprendimento e impresa cognitiva intesoggettiva.

Virtuale e/è reale<br>Adolescenti nell'era del <i>mobile</i><br>  acura di Marco Lazzari e MArcella Jacono Quarantino
Virtuale e/è reale
Adolescenti nell'era del mobile
 
2015
ISBN: 978-88-6642-221-1
  • Libro: 15.00€
  • eBook: 7.50€
Questo volume raccoglie le riflessioni nate all'interno del gruppo di lavoro dell'Osservatorio sulla Comunicazione Adolescenziale tra Reale e Virtuale e propone dati relativi alla terza indagine sulla modalità di comunicazione e di relazione degli adolescenti a Bergamo e provincia.
Sulla base dell'esperienza maturata nelle tre campagne d'indagine condotte a partire dal 2008, in questa occasione si è cercato di proporre interpretazioni tenendo anche conto della prospettiv temporale ed evolutiva del periodo considerato.
Il gruppo di lavoro ha coinvolto, in modalità d'indagine diverse, oltre 2000 persone tra adolescenti, gentiroi, docenti, educatori.