LOGIN

email
password

Registrati

Password dimenticata?

CARRELLO


CERCA

COLLANE


SCHEDA LIBRO


COOPERAZIONE INTERNAZIONALE

La diversità culturale: percorsi e prospettive Titolo La diversità culturale: percorsi e prospettive
Autore E. Agosti, I Brundia, L. Moretti, C. Rossi
Anno 2009
ISBN 978-88-96333-06-8
Dati p.148
Collana Cooperazione internazionale - Cooperazione internazionale
Prezzo
  •  Libro: 14.00€
acquista_it  

La diversità culturale costituisce una delle fonti principali dello sviluppo inteso come mezzo per accedere a una condizione intellettuale, affettiva, morale e spirituale soddisfacente. Costruire sulle diversità è vivere una coscienza planetaria che influenzi profondamente la quotidianità di ognuno di noi, e considerare la nostra appartenenza ad un tessuto di interazioni estremamente vario e ricco. La tesi centrale del testo è costituita dal fatto che la diversità culturale deve essere considerata, rispettata e promossa come una risorsa inestimabile di ricchezza per tutte le persone e le comunità. Per ciò occorre ripensare le relazioni fra identità, società, educazione, capire quali sono i nuovi territori della cultura, immaginare contratti culturali diversi, vincere l’incertezza e la violenza omogeneizzante. È su questa base che il testo sviluppa una riflessione critica sulla diversità culturale in relazione agli assi di ricerca della pianificazione dell’educazione, del ruolo della scuola, del fenomeno delle migrazioni e dell’incrocio fra economia e pedagogia.

Note sulle autrici: Elena Agosti, Irene Brundia, Lorena Moretti, Cristina Rossi frequentano il dottorato di ricerca in Scienze della cooperazione internazionale “Vittorino Chizzolini” presso l’Università degli Studi di Bergamo. La specificità del dottorato consiste nel valorizzare la dimensione internazionale delle ricerche sulla cooperazione allo sviluppo, in una prospettiva che consideri contemporaneamente il ruolo degli organismi sovranazionali, degli Stati e della società civile e ricostruisca una coerenza in grado di fondare un’azione politica non più compensativa ma di sostegno e promozione delle capacità e delle autonomie dei diversi popoli.

indietro