LOGIN

email
password

Registrati

Password dimenticata?

CARRELLO


CERCA

COLLANE


SCHEDA LIBRO


AREA ANGLO-AMERICANA

La conoscenza della letteratura vol.III Titolo La conoscenza della letteratura vol.III
Autore Angela Locatelli (a cura di)
Anno 2004
ISBN 978-88-87445-44-2
Dati p. 174
Collana Area anglo-americana - Area anglo-americana
Prezzo
  •  Libro: 15.00€
acquista_it  

Raccontare una storia è sempre un modo di “costruire un mondo” per capire il mondo. Questo terzo volume su La conoscenza della Letteratura/The Knowledge of Literature riflette, insieme ai precedenti, i percorsi di un dialogo interdisciplinare sulla tematica del valore cognitivo del fatto letterario. Indagando i rapporti che la letteratura intrattiene con altre aree del sapere, si fa qui riferimento soprattutto a filosofia, medicina, storia, fotografia, e nuove tecnologie. I saggi proposti privilegiano l'aspetto teorico e critico, a partire da un solido contatto con le opere letterarie di molti autori, tra i quali Patrick McGrath, Winfried Sebald, Marina Warner, Giuseppe Pontiggia, Bharati Mukherjee, Shakespeare e John Donne.
Questioni epistemologiche, etiche e politiche valorizzano il fatto letterario da angolazioni molto diverse e questa pluralità arricchisce l'esperienza del letterario e ne contrassegna lo specifico contributo alla cultura, molto al di là delle tradizionali definizioni di letteratura come cardine dell'identità nazionale o patrimonio dal quale attingere “artifici” retorico-linguistici. Le diverse esperienze che si fanno del letterario ne colgono, di volta in volta, l'apporto cognitivo; proprio per questa ragione si devono esplorare le premesse, gli scopi e gli interrogativi soggiacenti ad ogni “teoria” e pratica critica, e persino ad ogni singolo atto di lettura. Il letterario è in grado infatti di creare nessi illuminanti tra fiction e ricordo, tra linguaggio e realtà, tra personale e collettivo, proponendo, nelle pieghe dello stile, le domande che ogni cultura pone, o decide di reprimere, su se stessa. Diversi contributi al volume mostrano che le storie, più o meno “realistiche”, della letteratura, valorizzano dati che appartengono al vissuto e al sentire collettivo e mostrano che il racconto si colloca al centro della memoria culturale, ma anche nei suoi punti di snodo. Nella complessità contemporanea sembra sempre più urgente capire che la letteratura, come la Sfinge, se ben interrogata, offre la conoscenza del proprio e dell'altrui segreto, magari persino nel paradosso (misura conoscitiva che le è congeniale) di essere “The Sphinx without a Secret” di un bel racconto di Oscar Wilde.

Saggi di: Jean-Jacques Lecercle, Ronald Shusterman, Elena Agazzi, Ann Lecercle, Anna Maria Piglionica, Lia Pacinotti, Giuseppe Martella, Angela Locatelli, Dietrich v. Engelhardt.

indietro